MISURE CONTENITIVE PER LO SVOLGIMENTO DELL'ESAME DI STATO 2020

Circolare N. 147 del 3-giu-2020


AI GENITORI 

AGLI ALUNNI

AI DOCENTI

 ALL'ALBO ON LINE


Il Ministero ha pubblicato il protocollo definitivo inviato dal Comitato Tecnico Scientifico (CTS) sulla rimodulazione delle misure contenitive nel settore scolastico per lo svolgimento dell’esame di Stato in sicurezza, rispetto all’attuale situazione epidemiologica ed alle conoscenze scientifiche maturate al 13 maggio 2020, a cui dovranno attenersi il personale scolastico (docenti e non) e gli studenti.

 

La presente per:

· assicurare adeguata ed efficace comunicazione on line e sul sito web della scuola, alle famiglie, agli studenti, ai componenti la commissione e al personale di questo Istituto d’Istruzione Superiore;

· sottolineare che le misure di prevenzione e protezione di seguito indicate, contano sul senso di responsabilità di tutti nel rispetto delle misure igieniche, del distanziamento e sulla collaborazione attiva di studenti e famiglie nel continuare a mettere in pratica i comportamenti previsti, per il contrasto alla diffusione dell’epidemia di COVID 19.

 

In sintesi, si esplicitano le seguenti indicazioni guida di cui tener conto nelle singole situazioni che, dall’analisi del livello di rischio connesso al settore scolastico, si evidenzia un livello attribuito di rischio integrato medio-basso ed un rischio di aggregazione medio-alto.

 

All’ingresso della scuola non è necessaria la rilevazione della temperatura corporea.

 

All’atto della presentazione a scuola il candidato e/o l’eventuale accompagnatore e ciascun componente della commissione, convocati per l’espletamento delle procedure per l’esame di Stato, dovranno produrre un’autodichiarazione (allegato n. 1) attestante:

· l’assenza di sintomatologia respiratoria o di febbre superiore a 37.5°C nel giorno di avvio delle procedure d’esame e nei tre giorni precedenti;

· di non essere stato in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni;

· di non essere stato a contatto con persone positive, per quanto di loro conoscenza, negli ultimi 14 giorni.

 

Il candidato:

· sarà convocato secondo un calendario (di competenza della commissione d’esame) e una scansione oraria predefinita, al fine della prevenzione di assembramenti di persone in attesa fuori dei locali scolastici.

La convocazione sarà comunicata preventivamente sul sito della scuola e con mail al candidato, tramite registro elettronico con verifica telefonica dell’avvenuta ricezione;

· potrà richiedere alla scuola, qualora necessario, il rilascio di un documento (allegato n. 2. ) che attesti la convocazione e che gli dia, in caso di assembramento, precedenza di accesso ai mezzi pubblici per il giorno dell’esame;

· al fine di evitare ogni possibilità di assembramento dovrà presentarsi a scuola 15 minuti prima dell’orario di convocazione previsto e dovrà lasciare l’edificio scolastico subito dopo l’espletamento della prova;

· potrà essere accompagnato da una persona;

· non dovrà presentarsi per l’effettuazione dell’esame nel caso sussista una delle condizioni indicata nell’autocertificazione (trascritta in calce alla presente). Deve produrre tempestivamente la relativa certificazione medica, al fine di consentire alla commissione la programmazione di una sessione di recupero nelle forme previste

dall’ O.M. (Ordinanza Ministeriale), ovvero dalle norme generali vigenti;

· dovrà indossare per l’intera permanenza nei locali scolastici una mascherina chirurgica di propria dotazione; l’uso della mascherina equivale anche per l’eventuale accompagnatore. Solo nel corso del colloquio il candidato potrà abbassare la mascherina assicurando però, per tutto il periodo dell’esame orale, la distanza di sicurezza di almeno 2 metri dalla commissione d’esame.

 

Il docente:

· dovrà essere sostituito secondo le norme generali vigenti, nel caso in cui per la sua persona sussista una delle condizioni di cui all’autocertificazione prodotta;

· nel caso in cui la sintomatologia respiratoria o febbrile si manifesti successivamente al conferimento dell’incarico, non dovrà presentarsi per l’effettuazione dell’esame, comunicando tempestivamente la condizione al Presidente della commissione, al fine di avviare le procedute di sostituzione nelle forme previste dall’ordinanza ministeriale, ovvero dalle norme generali vigenti;

· dovrà indossare per l’intera permanenza nei locali scolastici mascherina chirurgica che verrà fornita dall’Istituto e che ne assicurerà il ricambio dopo ogni sessione di esame (mattutina /pomeridiana).

 

Precisazioni:

· anche per tutto il personale non docente, in presenza di spazi comuni con impossibilità di mantenimento del distanziamento, è necessario indossare la mascherina chirurgica;

· non sono necessari ulteriori dispositivi di protezione;

· tra le azioni di sistema, studenti e personale sono invitati ad utilizzare il proprio mezzo di trasporto;

· i candidati e i componenti della commissione utilizzeranno per le prove d’esame un ambiente sufficiente nella sua estensione, dotato di finestre per favorire il ricambio d’aria, inoltre il locale scelto consente, in considerazione dello spazio di movimento, il distanziamento e l’assetto di banchi/tavoli e di posti a sedere, non inferiore a 2 (due) metri tra i componenti della commissione, tra il candidato e la stessa commissione, ivi compresi gli eventuali accompagnatori dello studente e il Dirigente tecnico in vigilanza;

· la commissione assicurerà all’interno del locale destinato alla prova d’esame la presenza di ogni materiale/sussidio didattico utile e/o necessario al candidato;

· il Dirigente scolastico ha previsto e determinato anche il locale, quale ambiente idoneo, dedicato all’accoglienza e all’isolamento di eventuale/i soggetto/i (candidati, componenti della commissione, altro personale scolastico) che dovessero manifestare una sintomatologia respiratoria e febbre. In tale evenienza il soggetto verrà immediatamente condotto nel predetto locale in attesa dell’arrivo dell’assistenza necessaria attivata secondo le indicazioni dell’autorità sanitaria locale.

 

In riferimento all’adozione di misure specifiche per i lavoratori nell’ottica del contenimento del contagio da SARS-CoV-2 e di tutela dei lavoratori “fragili” si rimanda a quanto indicato:

1. nella normativa specifica in materia di salute e sicurezza sul lavoro (D.Lgs. 81/08 es.m.i.);

2. nel Decreto Legge “Rilancia Italia” del 13 maggio 2020, art 88.

 

Pulizia e igienizzazione degli ambienti

Il Dirigente Scolastico PRESO ATTO che non sono richieste ulteriori procedure di disinfezione, assicura e provvede:

· a far effettuare pulizia approfondita (mediante idoneo materiale disinfettante e detergente neutro), ad opera dei collaboratori scolastici, dei locali destinati all’effettuazione dell’esame di Stato, ivi compresi androne, corridoi, bagni, uffici di segreteria, di presidenza e ogni altro ambiente che si prevede di utilizzare, incluso l’eventuale locale che potrebbe essere frequentato da un caso di sospetto o confermato di COVID -19;

· a disporre, nel corso della pulizia approfondita, particolare attenzione alle superfici più toccate, quali maniglie e barre delle porte, delle finestre, sedie e braccioli, tavoli/banchi/cattedre, interruttori della luce, corrimano, rubinetti dell’acqua,

distributori automatici di cibi e bevande, ecc.;

· a disporre pulizia al termine di ogni sessione di esame (mattutina/pomeridiana) e a misure specifiche di pulizia delle superfici e degli arredi/materiali scolastici utilizzati nell’espletamento della prova; altresì alle quotidiane operazioni di pulizia assicurate dai collaboratori scolastici, al termine di ogni sessione di esame

(mattutina/pomeridiana);

· a mettere a disposizione per  l’utilizzo dei prodotti igienizzanti (dispenser di soluzione idroalcolica) per i candidati e il personale della scuola, in più punti dell’edificio scolastico e, in particolare, per l’accesso al locale destinato allo svolgimento della prova d’esame per permettere l’igiene frequente delle mani;

· ad organizzare il percorso dedicato di ingresso e di uscita dalla scuola, chiaramente identificato con opportuna segnaletica di “Ingresso/Uscita” aperto, in modo da  prevenire il rischio di interferenza tra i flussi dell’entrata e dell’uscita.

 

Inoltre,  dispone che, in caso di accertamento di persona affetta da COVID-19 durante lo svolgimento degli esami, deve essere effettuata la sanificazione e igienizzazione degli ambienti.


Gli allegati 1 e 2 sono presenti in un unico file

Scarica circolare in formato pdf